Fondo Nuove Competenze

Al momento stai visualizzando Fondo Nuove Competenze
  • Categoria dell'articolo:News

Che cos’è?

Il Fondo nuove competenze dopo la positiva esperienza del 2022 riapre nel 2023 con una dotazione finanziaria di oltre 1 miliardo. Il finanziamento è gestito dall’ANPAL, con modalità simili al 2022, al fine di soddisfare i fabbisogni sempre nuovi delle imprese allo sviluppo delle nuove competenze.

Come funziona?

Il progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo prevede il rimborso delle ore di lavoro destinate alla frequenza di percorsi formativi di sviluppo delle competenze individuali:

  • digitali di base il riferimento è il modello europeo “DigComp 2.1”;
  • digitali specialistiche il riferimento è la classificazione europea contenuta nella norma UNI EN 16234-1 “e-Competence Framework 3.0;
  • transizione ecologica il riferimento è la classificazione ESCO (European Skills, Competences, Qualifications and Occupations).

Le agevolazioni sono cumulabili con quelle previste dai Fondi Interprofessionali, consentendo all’azienda di formare i propri lavoratori in modo del tutto gratuito.

A chi è rivolto?

Possono presentare richiesta tutti i datori di lavoro privati, incluse le società a partecipazione pubblica, che rispondano ai seguenti requisiti:

  • devono essere in regola sotto il profilo contributivo, fiscale e assistenziale;
  • non devono trovarsi in condizione di liquidazione, fallimento, cessazione di attività, concordato preventivo o in procedimenti finalizzati alla dichiarazione di una di tali situazioni;
  • non devono avere contenziosi giudiziali o stragiudiziali con ANPAL riguardanti contributi pubblici;
  • devono aver sottoscritto, entro il 31 dicembre 2022, accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro finalizzati a percorsi formativi di accrescimento delle professionalità dei lavoratori, negli ambiti definiti dal citato decreto e dall’Avviso in commento, da realizzarsi anche nel 2023

Come presentare domanda

Basta contattare QSM per ricevere informazioni dettagliate.

Accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro

Alle domande devono essere allegate relativi ad accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro, sottoscritti da rappresentanze sindacali operative in azienda (ai sensi dell’articolo 88, comma 1 del Decreto Rilancio e dall’articolo 4 del Decreto Agosto).

Quando presentare la domanda?

Le istanze dovranno essere presentate attraverso la piattaforma informatica MyANPAL a partire dalle ore 11 del 13 dicembre 2022 fino al 28 febbraio 2023.